Comune di Caldogno (VI)

Sito web ufficiale del Comune di Caldogno

- Inizio della pagina -
SMS Alert Informazioni sul servizio
Registrati ora
Accedi al tuo profilo
Calcolo IUC 2015
Sedute del consiglio comunale online
Consultazioni elettorali 31 maggio 2015
Estate ragazzi 2017
Comune di Caldogno

Via Dante Alighieri, 97
Tel: 0444-901514
Fax: 0444-905202 
C.FISC.  80007410246
P.I.V.A. 01623290242
caldogno.vi@cert.ip-veneto.net

Pannello Scelta Versione



- Inizio della pagina -
Home » Il Comune » Comunicati stampa » lettura Comunicati stampa
Comunicati stampa
Caldogno ancora allagata. Il Comune lavora ininterrottamente
Data: mer 03 nov, 2010

La prima fase di emergenza è risolta. A Lobbia e Rettorgole si sta cominciando a far defluire l’acqua, poi toccherà a Cresole.

Caldogno - L’amministrazione comunale di Caldogno sta lavorando ininterrottamente per attenuare i disagi dei propri cittadini colpiti dall’esondazione del fiume Bacchiglione. A riportare i danni maggiori sono state proprio le frazioni di Lobbia, Rettorgole e Cresole per un totale di 4 mila persone coinvolte e mille sfollati.

La prima fase di emergenza si è conclusa ieri: tutte le persone in condizioni di disagio sono state raggiunte e assistite dalle forze dell’ordine e dai vigili del fuoco, aiutati tra l’altro dalla squadra dei sommozzatori di Vicenza e da un’unità speciale per il recupero delle persone arrivata da Grosseto. La maggior parte dei cittadini evacuati ha trovato riparo da parenti, ma per tutti gli altri il Comune ha allestito alcune stanze della scuola elementare di Rettorgole con posti letto, viveri e tutti i generi di prima necessità. I cittadini coinvolti sono stati accolti dai vigili nella sede dell’unione dei Comuni per monitorare tutti gli interventi da attuare. «In questo momento la situazione è sotto controllo - sottolinea il sindaco di Caldogno Marcello Vezzaro - e l’amministrazione comunale si è impegnata al di sopra delle proprie possibilità. E’ stato un evento straordinario, ma si potevano attuare delle misure preventive differenti. Sarebbe servito un maggior coordinamento tra i diversi enti coinvolti perché da quando ho comunicato personalmente alle 8 di lunedì mattina alle autorità competenti che c’era un innalzamento anomalo del livello del Bacchiglione, senza ottenere risposte rassicuranti, al momento dell’onda di piena è passata solo un’ora e mezza. Non dimentichiamo poi che i soccorsi a Caldogno sono arrivati solamente in tarda mattinata, alle 11.30. Un ringraziamento particolare va alle forze dell’ordine, ai vigili del fuoco, ai carabinieri, alla Protezione Civile, ai sommozzatori e ai sindaci dei Comuni vicini che si sono resi disponibili a darci una mano. Infine un ringraziamento speciale va a tutti i volontari, che in questi giorni difficili stanno mettendo a nostra disposizione il loro tempo».

Da questa mattina il Centro Operativo Misto guidato dall’ing. Enrico Porrovecchio (situato nella sede dell’unione dei Comuni e della polizia municipale di Cresole) ed il sindaco di Caldogno, stanno coordinando le attività della seconda fase: quella di pulizia, per liberare strade e abitazioni dall’acqua, dal fango e dai rifiuti. Oltre ai vigili del fuoco stanno lavorando anche l’esercito della Protezione Civile nazionale, molti volontari e diverse imprese private. Tutti i rifiuti vengono trasportati in un centro di prima raccolta, dislocato in via Elmas (zona Lobbia), aperto anche ai cittadini che, in alternativa, possono portare i propri rifiuti direttamente all’ecocentro comunale di via Leopardi che rimarrà aperto tutto il giorno.

Per qualsiasi informazione o per avere i generi alimentari di prima necessità i calidonensi possono recarsi al comando della polizia (a Cresole) o telefonare allo 0444.976950. Prossimamente, nel sito del Comune (www.comune.caldogno.vi.it) verranno inseriti tutti i documenti da compilare per richiedere il rimborso dei danni subiti che, comunque, dovranno essere documentati da materiale fotografico. Alcuni tecnici incaricati dal Comune usciranno nei prossimi giorni per documentare le diverse situazioni e raccogliere i dati necessari. Oggi, nella nuova piazzetta della Peschiera a Cresole, è stato allestito anche un punto di soccorso sanitario della Croce Rossa Italiana con un medico, infermieri ed una squadra per il sostegno psicologico.

 

Avanzamento dei lavori
Il Genio Civile di Vicenza, attraverso una ditta specializzata, sta lavorando per chiudere la falla in zona Vivaro. Per raggiungerla è stato necessario creare una nuova strada e finora sono serviti ben 100 camion di materiale utile a serrare il grosso buco da cui fuoriusciva l’acqua.

Nel pomeriggio di oggi il prefetto di Vicenza Melchiorre Fallica si recherà a Caldogno per un sopralluogo e farà il punto della situazione.

 

Le attività del Comune di Caldogno

Nel corso della giornata di ieri la giunta del Comune di Caldogno si è riunita due volte. Alle 8 è stato chiesto alla Regione Veneto lo stato di crisi, finalizzato alla richiesta dello stato di emergenza da presentare allo Stato. Alle 12, invece, la giunta comunale ha deciso di aprire un conto corrente presso la Banca Alto Vicentino (IBAN: IT21K0866960210010000943833) destinato alla raccolta fondi in favore della popolazione.

Nella mattinata di ieri, poi, il sindaco Marcello Vezzaro e l’assessore regionale Costantino Toniolo hanno incontrato il capo del dipartimento della Protezione Civile Guido Bertolaso per chiarire le dinamiche da seguire nella risoluzione dell’emergenza.

Fidas Vicenza
Unione Comuni
istituto
Pro Loco
ulls6
Calcolo IUC
Fidas - Gruppo Caldogno
Invaso
Happy Cinzia
 Acque Vicentine - bolletta web
Teatro Gioia
c4
Scuola Infanzia Parrocchiale
Il Quotidiano della P.A.
Referendum
- Inizio della pagina -
- Inizio della pagina -
Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il portale del Comune di Caldogno (VI) è un progetto realizzato da Idee Italiane Group. con il CMS ISWEB ®
Comune di Caldogno: Tel  : 0444-901514    Fax : 0444-905202  - C.FISC.  80007410246  -  P.I.V.A. 01623290242
Il progetto Comune di Caldogno (VI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it