Comune di Caldogno (VI)

Sito web ufficiale del Comune di Caldogno

- Inizio della pagina -
SMS Alert Informazioni sul servizio
Registrati ora
Accedi al tuo profilo
Calcolo IUC 2015
Sedute del consiglio comunale online
Consultazioni elettorali 31 maggio 2015
Estate ragazzi 2017
Comune di Caldogno

Via Dante Alighieri, 97
Tel: 0444-901514
Fax: 0444-905202 
C.FISC.  80007410246
P.I.V.A. 01623290242
caldogno.vi@cert.ip-veneto.net

Pannello Scelta Versione



- Inizio della pagina -
Home » Il Comune » Comunicati stampa » lettura Comunicati stampa
Comunicati stampa
I segni degli antichi tra le barchesse di Villa Caldogno
Data: mer 11 mag, 2011

Sabato 14 maggio sarà inaugurata la personale dell’artista vicentino Romano Rossi “Simboli e archetipi nell’ARCHEOscultura, nella pittura e nella grafica dell’Homo Faber” che rimarrà aperta al pubblico fino al 28 maggio.

Caldogno - Tra suggestioni primitive e forme essenziali Villa Caldogno si trasforma, ancora una volta, in un’affascinante spazio espositivo. Questa volta le protagoniste sono le opere di Romano Rossi, artista vicentino che dal 14 al 28 maggio espone le proprie creazioni alle Barchesse di Villa Caldogno (via Zanella, 3). La personale di Rossi, intitolata “Simboli e archetipi nell’ARCHEOscultura, nella pittura e nella grafica dell’Homo Faber” e patrocinata dal Comune di Caldogno, sarà inaugurata sabato 14 maggio alle 18 e sarà visitabile dal martedì alla domenica, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30.

Orafo, pittore, scultore: l’eclettismo è la chiave di lettura dell’espressione artistica di Romano Rossi. La mostra, infatti, raccoglie diverse opere: dalle sculture ai gioielli, fino all’elaborazione di disegni su fogli leggeri che si ispirano con passione a quelle forme elementari e sintetiche tipiche degli antichi. Proprio come l’homo faber, che con meticolosità plasmava il rame e l’argento, l’oro e il bronzo per realizzare piccole sculture simbolico-religiose, anche Romano Rossi recupera i materiali più semplici e riprende i motivi arcaici, fissandoli tra le linee e le curve o, ancora, trasformandoli in forme esatte e pure.

Romano Rossi, vicentino di nascita, inizia il suo apprendistato artistico in Svezia negli anni 60. Qui collabora con due artisti orafi di livello internazionale: Olov Barve e Ibe Dahlqwist, già presenti con le loro opere nel prestigiosi Victoria and Albert Museum di Londra. Si immerge completamente nel mondo dell’arte svedese, frequentando pittori e scultori locali e, una volta tornato in Italia negli anni ‘70, intrattiene nuovi rapporti culturali con artisti nazionali. Ha al suo attivo quasi una sessantina di mostre tra collettive e personali ed il suo linguaggio poliedrico gli permette di vincere nel 1994 il primo Premio Città di Terni, dove tra i giurati figurava lo scultore Giò Pomodoro.

Happy Cinzia
ulls6
Fidas - Gruppo Caldogno
istituto
Pro Loco
Il Quotidiano della P.A.
 Acque Vicentine - bolletta web
Referendum
c4
Calcolo IUC
Teatro Gioia
Fidas Vicenza
Unione Comuni
Invaso
Scuola Infanzia Parrocchiale
- Inizio della pagina -
- Inizio della pagina -
Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il portale del Comune di Caldogno (VI) è un progetto realizzato da Idee Italiane Group. con il CMS ISWEB ®
Comune di Caldogno: Tel  : 0444-901514    Fax : 0444-905202  - C.FISC.  80007410246  -  P.I.V.A. 01623290242
Il progetto Comune di Caldogno (VI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it