Comune di Caldogno (VI)

Sito web ufficiale del Comune di Caldogno

- Inizio della pagina -
SMS Alert Informazioni sul servizio
Registrati ora
Accedi al tuo profilo
Calcolo IUC 2015
Sedute del consiglio comunale online
Consultazioni elettorali 31 maggio 2015
Estate ragazzi 2017
Comune di Caldogno

Via Dante Alighieri, 97
Tel: 0444-901514
Fax: 0444-905202 
C.FISC.  80007410246
P.I.V.A. 01623290242
caldogno.vi@cert.ip-veneto.net

Pannello Scelta Versione



- Inizio della pagina -
Home » Il Comune » Comunicati stampa » lettura Comunicati stampa
Comunicati stampa
PAT e Piano Casa nell'ultimo Consiglio Comunale
Data: mer 30 nov, 2011

Tre i gruppi principali in cui dovranno ricadere le osservazioni pervenute sul Piano di Assetto del Territorio (PAT). Il Comune ha approvato le modalità di applicazione della Legge Regionale 14/2009, come modificata dalla 13/2011, puntando sulla riqualificazione dei vecchi edifici residenziali attraverso le nuove tecnologie energetiche.

Caldogno - Lunedì 28 novembre si è riunito il Consiglio Comunale di Caldogno. Due le delibere in materia urbanistica approvate durante la seduta: una propone alcune linee d’indirizzo specifiche da seguire nella valutazione delle osservazioni pervenute sul Piano di Assetto del Territorio (PAT), mentre l’altra fa riferimento alle modalità di applicazione del Piano Casa. La prima deliberazione è stata sottoposta al Consiglio per "accompagnare” il Sindaco nella conferma delle linee guida del PAT. «La copianificazione che lega il Comune, la Provincia e la Regione nell'approvazione del Piano di Assetto del Territorio del nostro Comune - ha spiegato Marcello Vezzaro, primo cittadino di Caldogno - demanda alla Conferenza dei Servizi la valutazione e le decisioni sulle osservazioni. Assieme alla Giunta, quindi, ho ritenuto opportuno che il Consiglio nella sua totalità fosse compartecipe nell'indicare i criteri che dovranno guidarmi nella seduta congiunta con gli enti superiori».
Al Comune di Caldogno sono pervenute 119 osservazioni. L’amministrazione ha deciso quindi di suddividerle in tre grandi gruppi omogenei, definiti a seconda della tematica e seguendo i criteri di valutazione approvati dal Consiglio. Le osservazioni non pertinenti, da rinviare al futuro Piano degli Interventi (PI) o al Piano Urbanistico Attuativo (PUA), sono state raccolte in una prima tipologia. Si è proceduto poi alla definizione di ulteriori indirizzi guida rispetto alla valutazione delle poche considerazioni veramente pertinenti (secondo gruppo) che riguardano aspetti specifici, tra cui la viabilità pubblica o privata di interesse comune, il riconoscimento di nuovi nuclei storici o centri rurali, le eventuali modifiche dei perimetri individuati dal PAT e dell’urbanizzazione già esistente nel territorio calidonense. In una terza categoria, invece, sono state fatte ricadere le osservazioni pertinenti al Rapporto Ambientale che richiamano integrazioni o aggiornamenti dei dati utilizzati per l’analisi dello stato ambientale o proposte per una miglior tutela del territorio. In occasione della deliberazione il Sindaco ha voluto ribadire l'importanza che l'attuale amministrazione pone nel rapporto pubblico-privato all'interno della pianificazione territoriale, sottolineando la validità di idee importanti come quelle del Centro Equestre Internazionale e del Parco Tecnologico e dando nuove informazioni sulla "doverosa attenzione" da riservare a queste "opportunità".
All’ordine del giorno del Consiglio comunale, poi, le modalità di applicazione della Legge Regionale 14/2009, come modificata dalla Legge Regionale 13/2011. In quest’ambito il Comune di Caldogno ha stabilito che l’applicazione del Piano Casa regionale per le destinazioni residenziali non prevede limitazioni, recependo così lo spirito della legge, ossia quello di riqualificare i vecchi edifici residenziali che possono e devono essere "ridisegnati" ricorrendo in particolare alle nuove tecnologie energetiche. Viene altresì concessa l'opportunità di realizzare l'ampliamento attraverso la costruzione di un edificio staccato in "armonia" con la struttura originaria o, se non fosse possibile, un’espansione di “continuità” edilizia.
Ulteriori precisazioni in deliberazione hanno portato in luce la definizione di “prima casa", gli interventi all’interno delle aree a rischio idraulico, il cambio di destinazione d’uso di un edificio in residenziale, la garanzia sugli standard a disposizione della collettività.
Approvato, infine, anche il “Regolamento per la compartecipazione delle persone con disabilità inserite in strutture residenziali a tempo indeterminato", redatto dalla Conferenza dei Sindaci dell'ULSS 6 di Vicenza.

Il Quotidiano della P.A.
Unione Comuni
Teatro Gioia
 Acque Vicentine - bolletta web
c4
Invaso
Referendum
Fidas Vicenza
Calcolo IUC
Scuola Infanzia Parrocchiale
istituto
Pro Loco
Happy Cinzia
Fidas - Gruppo Caldogno
ulls6
- Inizio della pagina -
- Inizio della pagina -
Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il portale del Comune di Caldogno (VI) è un progetto realizzato da Idee Italiane Group. con il CMS ISWEB ®
Comune di Caldogno: Tel  : 0444-901514    Fax : 0444-905202  - C.FISC.  80007410246  -  P.I.V.A. 01623290242
Il progetto Comune di Caldogno (VI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it