Comune di Caldogno (VI)

Sito web ufficiale del Comune di Caldogno

- Inizio della pagina -
SMS Alert Informazioni sul servizio
Registrati ora
Accedi al tuo profilo
Calcolo IUC 2015
Sedute del consiglio comunale online
Consultazioni elettorali 31 maggio 2015
Estate ragazzi 2017
Comune di Caldogno

Via Dante Alighieri, 97
Tel: 0444-901514
Fax: 0444-905202 
C.FISC.  80007410246
P.I.V.A. 01623290242
caldogno.vi@cert.ip-veneto.net

Pannello Scelta Versione



- Inizio della pagina -
Home » Il Comune » Comunicati stampa » lettura Comunicati stampa
Comunicati stampa
L'arte palladiana incontra il fumetto: Dylan Dog
Data: gio 02 feb, 2012

A metà marzo il complesso di Villa Caldogno ospiterà la rassegna che celebra uno dei personaggi più amati dal pubblico italiano. Ad aprire la kermesse il copertinista e disegnatore della serie (dal numero 42) Angelo Stano, e il soggettista e sceneggiatore Pasquale Ruju. Tra gli eventi inediti l’esposizione dei “Fun For Fans” e la prima ufficiale del “Dylan Dog Fan Film”.

Caldogno - Un intreccio di forme d’arte, tra il Palladio e l’Indagatore dell’Incubo. Il cult comic Dylan Dog sta per arrivare nel complesso di Villa Caldogno, la residenza veneta che dal 1996 è inserita tra i Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, per unire la creatività italiana di un’icona tra le più amate nella storia del fumetto con la carica espressiva e le linee funzionali tipiche dell’arte palladiana. L’associazione culturale Sezione H, in collaborazione con il Comune di Caldogno, lo Yourban MusicLab e Schio Comics, organizza una rassegna culturale che nei week end del 10 e 11, 17 e 18 marzo celebrerà la figura di Dylan Dog, concatenando diverse proposte dagli aspetti inediti. Un omaggio a chi ha ideato e disegnato questo personaggio controverso e fascinoso, ai tanti lettori che lo amano ma, soprattutto, all’editore Sergio Bonelli scomparso il 26 settembre 2011.

Difficile racchiudere nel concetto di mostra quel che accadrà a Caldogno, dove la kermesse si aprirà alle 15 del 10 marzo con un appuntamento in compagnia di due attesi ospiti: Angelo Stano e Pasquale Ruju. La penna di Ruju firma la serie di Dylan Dog dal 1997 ed è sua la sceneggiatura del numero 300 che celebra i 25 anni dell’Indagatore dell’Incubo. Stano, disegnatore di punta della serie, è la mano de “L’alba dei morti viventi” e dal numero 42 sostituisce Claudio Villa nelle copertine. Il loro racconto, ricco di dettagli e aneddoti, inviterà il pubblico ad addentrarsi tra le esposizioni allestite negli spazi di Villa Caldogno e del grande Bunker antiaereo, realizzato verso la fine della seconda guerra mondiale.

Le mostre al Bunker. Esempio unico nel vicentino e fra i rari nell’intera Europa, dopo il recente restauro il Bunker oggi rappresenta una location suggestiva dal punto di vista costruttivo e, grazie all’impatto emozionale che riesce a suscitare attraverso differenti giochi di luci e ombre, ben si presta ad ospitare molteplici forme d’arte. Un rilancio, quello del rifugio antiaereo, fortemente voluto dall’assessorato alla Cultura del Comune di Caldogno per rimettere in gioco uno spazio che per tutto il 2012 accoglierà differenti mostre.
Durante la rassegna il Bunker sarà il protagonista di un’inedita esposizione, quella dei “Fun For Fans”: la raccolta di tutte le stampe omaggiate al pubblico durante le manifestazioni in cui la Sergio Bonelli Editore era presente con un proprio stand. Oltre a questa, negli stessi spazi sarà ospitata la mostra “I colori di Dylan Dog” in cui verranno presentati i Color Fest ed il numero 300. Ma il rifugio antiaereo diverrà anche la scenografia perfetta per diffondere il talento di trenta local artists (tra cui qualcuno che già disegna per la Disney) che hanno interpretato la figura di Dylan Dog con stile personale, senza vincoli di tecniche o materiali definiti, dando vita ad una collezione di lavori originali e diversificati.

“La fabbrica dell’incubo” a Villa Caldogno. La suggestiva cornice della residenza palladiana, che al suo interno accoglie i bellissimi affreschi di pittori come Giovanni Antonio Fasolo, Giovanni Battista Zelotti e Giulio Carpioni, ospiterà invece “La fabbrica dell’incubo”, un percorso dietro le quinte nel mondo fitto di sfumature, non soltanto orrifiche, in cui si muove Dylan Dog. Un alternarsi di immagini che ritraggono gli svaghi e le delizie della vita in villa e la storia di Dylan, fatta di avventure che mettono assieme horror e “omaggi” a mostri classici come Frankenstein, l'Uomo Lupo e Dracula, guardando allo splatter moderno dei film di Dario Argento, ma anche al giallo, al surreale e al fantastico in genere.
In Villa Caldogno, inoltre, ampio spazio sarà dedicato ai lavori realizzati dai giovani alunni dell’Istituto Comprensivo di Caldogno che, con la collaborazione della Scuola Internazionale Comics di Padova, in queste settimane stanno conoscendo e sperimentando la nona arte.

Il Film. La vera espressione dell’amore per l’Indagatore dell’Incubo entrerà in scena alle 18.30 del 10 marzo con la prima proiezione del “Dylan Dog Fan Film” al Centro Polivalente di Caldogno: una produzione “no profit”, con sceneggiatura inedita e colonna sonora scritta appositamente per questa occasione. Il film, realizzato da fans per i fans e diretto da Denis Frison, è stato girato in tutto il Nord Italia e a Londra.

«Il Comune di Caldogno ha deciso d’investire in questa rassegna culturale perché il fumetto, troppe volte ingiustamente considerato un’arte minore, è in realtà uno strumento espressivo estremamente attuale. Simbolo delle arti visuali, è in grado di rendere ugualmente omaggio alla visionarietà pop di Andy Warhol e alla poesia tipica dell’art déco, fino ad approdare al fenomeno del vintage» commenta Luisa Benedini, assessore alla Cultura del Comune di Caldogno. «Se recentemente il fumetto è stato apprezzato soprattutto da un pubblico giovane - conclude Benedini - oggi ritorna ad essere amato anche dai suoi fruitori d’origine, gli adulti. Quest’iniziativa consentirà quindi di riscoprire il mito di Dylan Dog e, soprattutto, di creare terreno fertile per un confronto intergenerazionale, in un mondo in cui gli strumenti artistici sono sempre maggiori ma raramente permettono un incontro concreto tra padri e figli».

Info. Le mostre, aperte nei due week end dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 (in altri orari e giorni, solo su prenotazione), sono ad ingresso gratuito. L’entrata è libera, sempre su prenotazione, anche per la proiezione del Dylan Dog Fan Film.

Invaso
Il Quotidiano della P.A.
 Acque Vicentine - bolletta web
c4
Teatro Gioia
Fidas Vicenza
Happy Cinzia
Calcolo IUC
ulls6
Pro Loco
Referendum
Fidas - Gruppo Caldogno
Unione Comuni
Scuola Infanzia Parrocchiale
istituto
- Inizio della pagina -
- Inizio della pagina -
Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il portale del Comune di Caldogno (VI) è un progetto realizzato da Idee Italiane Group. con il CMS ISWEB ®
Comune di Caldogno: Tel  : 0444-901514    Fax : 0444-905202  - C.FISC.  80007410246  -  P.I.V.A. 01623290242
Il progetto Comune di Caldogno (VI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it