Comune di Caldogno (VI)

Disposizioni contro l'inquinamento atmosferico - da venerdì 10 gennaio livello rosso

Comune di Caldogno

Via Dante Alighieri, 97
Tel: 0444-901514
Fax: 0444-905202 
C.FISC.  80007410246
P.I.V.A. 01623290242
IBAN IT79H0306912117100000046048

caldogno.vi@cert.ip-veneto.net

Codici Univoci Ufficio per fatturazione elettronica:

Struttura Ragioneria: S0W91K
Struttura Servizi Socio-Culturali: DLR0RR
Struttura Servizi Demografici: FGGSBR
Struttura Segreteria: 8N4ZIV
Struttura Tecnica: U3IDBC
Struttura Tributi: JDQ1VY

Il nostro Comune utilizza il 100% di energia verde
Privacy
Protezione Civile
SMS Alert Informazioni sul servizio
Registrati ora
Accedi al tuo profilo
Raccolta rifiuti - Novità
Calcolo IMU-TASI
Vide delle sedute del Consiglio Comunale
Consultazioni elettorali 31 maggio 2015
Villa Caldogno
Villa Caldogno - Bunker - Eventi
Centri estivi 2019
Asilo nido comunale
Sempre 25 novembre

Pannello Scelta Versione



Home » Archivi » Notizie ed Eventi » lettura Notizie ed Eventi
Notizie ed Eventi
Avviso
Disposizioni contro l'inquinamento atmosferico - da venerdì 10 gennaio livello rosso

L'ordinanza sindacale n. 1 del 10.01.2020, il cui testo integrale è riportato sotto, dispone che tutta la cittadinanza, dal 10 gennaio al 31 marzo 2020 (termini iniziale e finale compresi), in caso di raggiungimento del LIVELLO DI ALLERTA 2 ROSSO (superamento del valore giornaliero di PM10 di 50 microgrammi al metro cubo per 10 giorni consecutivi) e fino al suo rientro al livello 0 - VERDE l'efficacia del seguente dispositivo:

1. il divieto di uso degli apparecchi per il riscaldamento domestico alimentati a biomassa legnosa (compreso il pellet) di classe inferiore alle 4 stelle, qualora nell'abitazione siano presenti altri impianti termici alimentati a gas (metano o gpl);

2. il divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d'artificio, scopo intrattenimento, ecc.) di combustioni all'aperto comprese le biomasse;

3. divieto di mantenere acceso il motore:

  • degli autobus, compresi quelli di linea, in genere nella fase di stazionamento ed anche ai capolinea, indipendentemente dal protrarsi del tempo dello stazionamento e dalla presenza a bordo del conducente o di passeggeri. La partenza del veicolo deve essere immediatamente successiva all’accensione del motore;
  • degli autoveicoli in sosta e per i veicoli merci, anche durante le fasi di carico/scarico, in particolare nelle zone abitate;
  • degli autoveicoli per arresto della circolazione di durata maggiore di un minuto, in corrispondenza di particolari impianti semaforici;

4. obbligo, nelle 14 ore/giorno consentite in zona climatica E), di limitazione della temperatura misurata ai sensi del DPR 412/93 e smi:
a massimi di 19° C (+2°C di tolleranza) negli edifici classificati in base al DPR 412/93 e con le eccezioni ivi previste, con le sigle

  • E.1 –residenza e assimilabili
  • E.2 –uffici e assimilabili
  • E.4 –attività ricreative e assimilabili
  • E.5 –attività commerciali e assimilabili
  • E.6 –attività sportive

a massimi di 17° C (+2°C di tolleranza) negli edifici classificati in base al DPR 412/93, con la sigla

  • E.8 –attività industriali e artigianali e assimilabili

5. divieto di spandimento dei liquami zootecnici (non letami) e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe.

Si ricorda che:

  • è vietato l’uso degli apparecchi per il riscaldamento domestico alimentati a biomassa legnosa (compreso il pellet) di classe inferiore alle 4 stelle, qualora nell'abitazione siano presenti altri impianti termici alimentati a gas (metano o gpl);
  • è vietata la combustione delle biomasse (c.d. abbrucciamento delle ramaglie e altri residui vegetali), salvo i fuochi rituali contingentati secondo indicazioni comunali o per motivi di salute delle piante e per la preparazione dei cibi.

Alcune importanti indicazioni fornite dall’Ulss n. 8 per ridurre il rischio di esposizione agli inquinanti presenti nell’aria nei periodi di maggiore inquinamento, quali:

  • evitare l’attività fisica all’aperto nelle ore più fredde della giornata, in quanto è presente una maggiore concentrazione di polveri sottili;
  • limitare l’apertura delle finestre soprattutto di mattina e di sera;
  • evitare di portare i bambini in passeggiata all’aperto o perlomeno ridurre le uscite. La medesima indicazione vale per le donne in gravidanza, anziani e persone con problemi respiratori;
  • per chi fuma, ridurre o eliminare il fumo poiché con la maggiore concentrazione di polveri sottili il fumo, attivo o passivo, diventa maggiormente pericoloso a causa dell’effetto sinergico.

Si tratta di semplici suggerimenti comportamentali che si ritiene comunque utile ricordare.

Allegato 1: Ordinanza.pdf (358 kb) File con estensione pdf
pubblicata sab 11 gen, 2020
ulls6
Fidas Vicenza
CRT
Teatro Gioia
Scuola Infanzia Parrocchiale
Universita Adulti Anziani
Calcolo IUC
Fidas - Gruppo Caldogno
Unione Comuni
Invaso
Pro Loco
istituto
Il Quotidiano della P.A.
- Inizio della pagina -
Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql
Il portale del Comune di Caldogno (VI) è un progetto realizzato da Idee Italiane Group. con il CMS ISWEB ®
Comune di Caldogno: Tel  : 0444-901514    Fax : 0444-905202  - C.FISC.  80007410246  -  P.I.V.A. 01623290242
Il progetto Comune di Caldogno (VI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it